myAudi
SWC19lb 04416

Audi e One Ocean con Paul Cayard.

Audi e Fondazione One Ocean: con Paul Cayard e Mauro Pelaschier per promuovere la salvaguardia degli ambienti marini.


La vita di tre miliardi di persone dipende dalla biodiversità marina, dalla salute degli oceani e degli esseri viventi che li popolano; e, soprattutto, dalla nostra capacità di agire adesso, tutti insieme, per proteggere e preservare questa enorme ricchezza dall’inquinamento e dalle plastiche. E’ questo, in estrema sintesi, il messaggio che si alza forte e chiaro nell’estate del 2019 dal salone principale dello Yacht Club Costa Smeralda (YCCS), in Sardegna.

SWC19lb 23369

A fare gli onori di casa è il Commodoro Riccardo Bonadeo, regatante pluriblasonato che accoglie i giornalisti presenti anche e soprattutto in veste di vice presidente della Fondazione One Ocean, l’organizzazione presieduta da Zahra Aga Kahn e supportata da Audi che nasce con una missione ben precisa: promuovere la salvaguardia degli ambienti marini sensibilizzando leader internazionali, istituzioni, aziende e grande pubblico alla blue economy e alla cultura della sostenibilità.

SWC19lb 30734


Il mezzo è la Charta Smeralda: un decalogo nato per sensibilizzare l’opinione pubblica, gli operatori e gli stakeholder, dove si forniscono indicazioni pratiche su come mutare il proprio comportamento (ovunque ci si trovi, non solo in mare) per salvare gli oceani.

Due testimonial d’eccezione

Fuori dalla sala dell’incontro, sul mare davanti a Porto Cervo, le nuvole hanno da poco lasciato il posto al cielo di un azzurro intenso. Dopo una breve introduzione Bonadeo passa la parola ai due testimonial d’eccezione venuti ad incontrare i giornalisti: c’è lo statunitense Paul Cayard, divenuto popolare presso il pubblico italiano per le sue imprese come skipper del Moro di Venezia nel 1992; e poi c’è Mauro Pelaschier, che in sessant’anni di carriera da velista è stato anche il timoniere di Azzurra nel 1983. Due storie di vita diverse, accomunate dall’amore per la competizione e per il mare, che oggi si incrociano per servire uno scopo nobile: diffondere conoscenza e consapevolezza sullo stato di mari e oceani per salvarli dall’inquinamento.

SWC19lb 30875

Lo skipper statunitense è tornato in Costa Smeralda per partecipare alle regate dello Star World Championship (17-22 giugno) giunta alla novantasettesima edizione è conclusasi con la vittoria di Mateusz Kusznierewicz e Bruno Prada. L'evento ha visto i 63 team provenienti da 20 nazionalità completare le 6 prove previste per rendere valido il Mondiale, organizzato dallo YCCS in collaborazione con l'International Star Class Yacht Racing Association (ISCYRA) e con il supporto del main partner Audi e dei technical partner Quantum Sails e Garmin Marine.