myAudi
costa smeralda audi etron transat

Audi e-tron alla Mini Transat

Audi e-tron supera il concetto di auto e spiega le vele verso l’Oceano Atlantico.


L’amore e il rispetto per il mare accomuna da sempre Audi alla Fondazione One Ocean, il progetto a lungo termine dello Yacht Club Costa Smeralda che punta alla conservazione e alla salvaguardia del patrimonio marino.

Nell’ottica di sottolineare l’importanza che Audi riconosce a questi valori, lo skipper italiano Daniele Nanni, socio e istruttore della scuola di vela dello YCCS, ha iniziato la prima navigazione a bordo di ITA 659 Audi e-tron, lo scafo Mini 6.50 prodotto dalla Casa dei quattro anelli, completamente ecosostenibile e autosufficiente.

Il velista italiano partecipa quest’anno alla Mini Transat, la regata transatlantica in solitaria che partendo da La Rochelle lo porterà fino in Martinica, con l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e diffondere la consapevolezza di quanto siano ormai urgenti le azioni a favore degli oceani.

Un progetto, quello della Mini Transat, che rientra nella strategia del marchio verso l’ecosostenibilità: la Road to zero emission è l’impegno che la Casa di Ingolstadt mette in atto quotidianamente, progettando soluzioni che vanno dallo sviluppo della tecnologia elettrica e ibrida fino alla certificazione carbon neutral di sempre più siti di produzione, e che porterà entro il 2025 a elettrificare l’intera gamma.

Un importante passo verso il futuro della mobilità ecosostenibile è stato l’arrivo di Audi e-tron, la prima auto completamente elettrica della Casa dei quattro anelli, che ha fatto il suo debutto sul mercato italiano nel 2019.