myAudi
1277x718 audi q5 sportback tfsi e.my2021 1362

Ready for e-tron home.

Ready for e-tron home è la soluzione facile e veloce sviluppata per i proprietari di Audi e-tron che garantisce supporto nell’installazione e nella gestione del sistema di ricarica domestica. E inoltre offre la possibilità di scegliere una wall-box in tre diversi livelli di potenza.

Audi |2/7/2021

Audi ed Enel X per una ricarica senza pensieri. Ricaricare Audi e-tron a casa è sempre più facile grazie all’innovativa soluzione Ready for e-tron home, una soluzione che Enel X ha ideato in modo specifico per il SUV elettrico targato quattro anelli. Chi usa un’auto elettrica sa che la ricarica avviene prevalentemente a casa, sfruttando soprattutto le ore notturne: secondo i dati più aggiornati, infatti, le ricariche effettuate nel proprio garage o posto auto rappresentano quasi l'80% del totale. Grazie all'accordo tra Audi ed Enel X, basta un solo fornitore di servizi per installare e gestire la JuiceBox, ovvero l'infrastruttura di ricarica domestica di Enel X, accedendo così a tariffe dedicate che offrono numerosi vantaggi.

La Juice Box. Ready for e-tron home è un pacchetto esclusivo pensato per i clienti e-tron che include diversi servizi tra cui il sopralluogo, la consulenza per l’aumento della potenza elettrica dell’impianto domestico, la predisposizione del sistema di ricarica e la possibilità di scegliere la JuiceBox di Enel X in tre diversi livelli di potenza. La JuiceBox occupa uno spazio limitato, è completamente sicura e regola l'energia in modo intelligente, in base al fabbisogno domestico. La ricarica si controlla in un istante grazie ai LED integrati nella JuiceBox e si gestisce con i comandi manuali oppure da smartphone, scegliendo la versione Pro.

Le specifiche per una ricarica ottimale. Con la JuiceBox da 7,4 kW o da 11 kW, Audi e-tron si ricarica al 100% nell’arco di una notte, mentre con quella da 22 kW sono sufficienti 4 ore. I SUV elettrici Audi invece si possono ricaricare anche in corrente continua (DC) con potenze fino a 150 kW, un valore di riferimento tra i SUV a zero emissioni che consente di avere l'80% dell'autonomia in meno di mezz'ora.

Una scheda universale per tutta l’Europa. Passando dall’infrastruttura privata a quella pubblica, grazie al servizio di ricarica Audi e-tron Charging Service è possibile usufruire dei servizi di oltre 180.000 stazioni in venticinque Paesi europei, inclusa la rete pubblica di Enel X, la più estesa d’Italia. I vantaggi e la praticità sono evidenti: basta un’unica scheda collegata a un solo contratto di ricarica. Inoltre, Enel X entro il 2022 attiverà 28.000 punti di ricarica in Italia e 10.500 sono già stati installati con colonnine a 22 kW (quick), stazioni a 50 kW (fast) e stazioni fino a 350 kW (ultrafast).

EVA+. In questo piano rientra anche il progetto EVA+ co-finanziato dalla Commissione Europea, a cui Audi partecipa con il Gruppo Volkswagen Italia e Volkswagen. EVA+ prevede l’installazione di 180 punti di ricarica veloce lungo le strade extraurbane italiane. Le prime 110 sono già attive e permettono di ricaricare le e-tron in circa due ore.

Sulla strada verso il carbon neutral. Enel X e il Gruppo Volkswagen sono anche parte della joint-venture IONITY per l’installazione di un’infrastruttura ultrarapida in Italia: un progetto che al momento conta già quattordici stazioni attive, per un totale di cinquantasette colonnine. IONITY ha l’obiettivo di ampliare la rete europea di ricarica rapida arrivando a 400 stazioni di ricarica. Entro il 2025 Audi porterà sul mercato venti modelli completamente elettrici e tutti i suoi siti produttivi saranno carbon neutral. Inoltre, ridurrà le emissioni di CO2 dell’intero ciclo di vita delle proprie vetture del 30% rispetto al 2015. L'obiettivo finale è quello di diventare completamente carbon neutral entro il 2050.

Articoli correlati