myAudi
A199282 large

Buon compleanno RS!

Audi RS: 25 anni di prestazioni al top e piacere di guida, dalla pista ai musei!


Per Audi, RS è immediato sinonimo di performance e perfezione dinamica.


I modelli RS infatti sono da sempre la punta di diamante delle rispettive gamme. Portano prestazioni, prestigio ed esclusività al limite di quanto tecnicamente ottenibile senza rinunciare alla fruibilità nell’utilizzo quotidiano. Gran parte dei modelli RS sono pionieri tanto nei rispettivi segmenti di mercato quanto nell’introduzione delle innovazioni tecnologiche. Questo è ben chiaro a tutti gli amanti dei quattro anelli. Forse non tutti sanno, però, che proprio in questi giorni si celebrano i 25 anni di questa magica sigla. Anni che hanno portato queste automobili dalla pista alla strada e dalla strada alle sale dei musei.


quattro

25 anni fa infatti debuttava Audi RS 2 Avant, la capostipite della famiglia. L’inizio di una storia di successo. Grazie infatti alla stretta parentela con le auto da competizione e alla raffinata esclusività, i modelli Audi RS colpirono da subito per il loro fascino unico. Ad oggi, Audi Sport GmbH, un tempo nota come quattro GmbH, ha lanciato 25 vetture RS cui si aggiungeranno nel corso del 2019 ben sei novità, tra le quali due modelli completamente nuovi.

Ogni modello RS esprime la passione che poniamo nello sviluppo delle nostre auto ad alte prestazioni. Da 25 anni, i nostri Clienti apprezzano i modelli RS quali compagni di vita quotidiana in grado di trasmettere emozioni cristalline e il massimo piacere di guida.

Oliver Hoffmann, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH.

Dalle piste alla strada…


Da 25 anni, i modelli RS sono sotto le luci della ribalta e ammirate da tutti gli amanti dell’automobilismo. Su cinque vetture però, in particolare, ci vogliamo soffermare perché meritano una menzione speciale.


Nel 1994, Audi RS 2 Avant – primo modello della gamma RS – ha debuttato con un propulsore 5 cilindri turbo 20 valvole da 315 CV. Un’architettura motoristica tuttora in uso, grazie alla quale la Avant dei quattro anelli scrisse il primo capitolo della storia RS inaugurando, oltretutto, il segmento delle famigliari high performance. La trazione quattro con differenziale centrale autobloccante, sviluppata nelle competizioni e in special modo nei rally, consentiva di scaricare a terra l’esuberanza del 5 cilindri di Ingolstadt.

cinque

Nel 1999, Audi RS 4 Avant, basata sulla S4 dell’epoca, ha ulteriormente alzato l’asticella. Sotto il cofano pulsava un V6 2.7 biturbo a 5 valvole per cilindro. Gli ingegneri lavorarono sul propulsore per garantire una “fame di giri” e un’erogazione di coppia sconosciute all’unità di partenza. In collaborazione con Cosworth Technology, venne rivista la testata e furono ridisegnati i condotti di aspirazione e scarico. I turbocompressori, dalla portata maggiorata, garantirono una superiore pressione di sovralimentazione. Interventi che portarono da 265 a 380 i cavalli erogati dal V6.

sei

Nel 2008 debuttò RS 6 Avant: una sportiva sotto mentite spoglie, calata nel corpo di una famigliare. Grazie al V10 a iniezione diretta, alla sovralimentazione biturbo, alla lubrificazione a carter secco di derivazione racing e alla trazione integrale permanente quattro, RS 6 Avant si spinse addirittura oltre l’esperienza delle competizioni. Grazie ai 580 CV e 650 Nm di coppia erogati dal V10, divenne la più potente Audi di serie prodotta sino a quel momento.

Nel 2011, RS 3 Sportback, accreditata di 340 CV grazie all’esuberanza del motore 5 cilindri turbo, estese la “cura” RS alle vetture compatte. Un successo clamoroso.


…e dalla strada al museo:


Veri e propri pezzi da museo dell’automobili le RS e infatti, dal 12 luglio scorso, presso l’Audi Forum di Neckarsulm – sede di Audi Sport – è possibile visitare l’esposizione che celebra i 25 anni della gamma RS.

Oltre ai modelli attualmente a listino, sono presenti 14 autentiche rarità quali la TT RS del 2011 schierata al via della 24Ore del Nürburgring o l’RS 5 DTM vincitrice nel 2013 del Campionato Turismo Tedesco. O, ancora, il prototipo di Audi RS 8, mai entrata in produzione. Non meno affascinante l’RS 4 firmata dall’artista brasiliano Romero Britto. Un’occasione unica per tutti gli amanti dell’Automobilismo.


Tanti auguri RS!