Audi Dakar 2022

Audi alla Dakar 2022

Il deserto si elettrizza


In vista della partecipazione al leggendario Rally Dakar, dal 4 al 22 gennaio 2022, Audi ha compiuto passi importanti nello sviluppo di Audi RS Q e-tron: il primo innovativo prototipo elettrico con range extender che prenderà parte al rally cross-country più impegnativo al mondo.

Trazione full electric con tecnologia range extender


Ancora una volta, la Casa dei quattro anelli è all’avanguardia nello sviluppo di soluzioni tecniche inedite e di una nuova mobilità: sarà la prima casa automobilistica al mondo a partecipare alla Dakar con una vettura dotata di sofisticati powertrain elettrici.

La vettura è un prototipo spinto da tre propulsori derivati dall’attuale monoposto Audi e-tron FE07 di Formula E, sprigiona fino a 680 CV di potenza e si differenzia anche per un design futuristico, in perfetto stile Audi.

“Abbiamo due MGU - Motor Generator Unit, in corrispondenza dell’asse anteriore e posteriore, che si occupano della trazione, mentre una terza unità funge da generatore per caricare la batteria ad alto voltaggio da 50 kWh” afferma Andreas Roos, Project Manager Dakar di Audi Sport.

Uno sviluppo che nasce anche dall’esperienza maturata durante la progettazione delle monoposto quattro anelli e dal know-how in merito all’elettrificazione della trazione integrale quattro, per essere il punto di partenza per la produzione dei futuri modelli Audi BEV.

Una novità assoluta alla quale si aggiunge anche la batteria ad alta tensione realizzata totalmente in autonomia e che viene ricaricata durante la marcia mediante l’azione di un range extender. Inoltre, anche le lunghe sezioni di trasferimento caratteristiche del rally raid africano saranno percorse in modalità full electric. “Una sfida straordinaria per tutto il team che rappresenta la massima espressione del claim Vorsprung durch Technik” aggiunge Roos, mentre si prepara ai primi long test e rally raid.

Il dream team quattro anelli.


Per portare a termine questa rivoluzione nei rally raid, Audi ha selezionato tre equipaggi illustri, in grado di garantire eccezionali performance velocistiche, tattiche ed elevata esperienza: Mattias Ekström/Emil Bergkvist, Stéphane Peterhansel/Edouard Boulanger e Carlos Sainz/Lucas Cruz.

Un vero e proprio dream team, come afferma Julius Seebach, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH e Responsabile delle attività sportive internazionali del Brand. “Stéphane, detto Mister Dakar, è il pilota più vittorioso di sempre di questa gara. Carlos, El Matador, ha ottenuto tre successi assoluti ed è campione del mondo rally. Quanto a Mattias, è l’asso del DTM e in passato abbiamo festeggiato insieme innumerevoli vittorie Audi. È uno dei piloti più versatili.”

Ognuno di loro vanta numerose competenze che accrescono il prestigio e la motivazione del team. Lo stesso vale per i navigatori, che avranno un ruolo cruciale durante la competizione.

La loro determinazione è amplificata dalla sfida tecnica di correre il Rally Dakar con un prototipo elettrico, che vede nel lavoro di squadra e nell’affidabilità i valori fondamentali per poter raggiungere la vittoria.

Questa innovativa race car quattro anelli, che vuole conquistare il rally più affascinante e difficile del mondo, sarà presentata ufficialmente nel mese di luglio e dimostra come Audi resti fedele alla propria filosofia: sviluppare competenze tecnologiche sempre più innovative, destinate alle future vetture di serie per rivoluzionare la mobilità di tutti.

Un team unito, una vettura che resiste a ogni sollecitazione ed equipaggi tanto veloci quanto capaci di ragionare, per poter seguire una strategia intelligente. I nostri piloti hanno tutte le doti necessarie: razionali, rapidi e in grado di leggere la competizione come nessun altro.

Sven Quandt

patron del team Q Motorsport GmbH che cura lo sviluppo e la gestione del prototipo elettrico quattro anelli.

Questa vettura è l’auto da corsa per il Rally Dakar. Non è disponibile come modello di serie.

Pagine correlate